Salta al contenuto
Rss




XML Error: Type mismatch (Server.CreateObject)
Seleziona la lingua



La fondazione dell'Abbazia

immagine ingrandita Chiostro e campanile dell'Abbazia (apre in nuova finestra) La data della fondazione si può fissare tra il 1040, anno indicato approssimativamente dal canonico Michele Giulino, ed il 1053, anno della morte del Vescovo Riprando. Proprio Riprando fu il fondatore assieme ai fratelli Adalberto e Guido, conti di Biandrate, al nipote conte Ottone ed alle rispettive mogli.
Era presente un castello dove sorse il monastero e probabilmente già esisteva la chiesa dei santi Nazzaro e Celso.
Il culto dei santi si era diffuso dopo il ritrovamento dei loro corpi ad opera di S. Ambrogio a Milano verso la fine del IV secolo. I temi del servizio divino e della brevità della vita, presenti nel documento di fondazione, si inquadrano nel contesto della regola di S. Benedetto.
La costruzione dell'abbazia va inquadrata nella politica delle fondazioni private monastiche condotta dagli esponenti della nobiltà laica del secolo XI, per la quale il controllo piuttosto stretto sul monastero era usuale.
immagine ingrandita Abbazia - Scorcio della Facciata e del Campanile (apre in nuova finestra) E' estremamente difficile definire l'importanza dell'abbazia e quantificare l'estensione delle sue proprietà. Inoltre non sappiamo fondamentalmente nulla riguardo all'"ordo monasticus", cioè alla vita spirituale condotta dai monaci.
Presso l'abbazia esisteva un "hospitalis" per viandanti e pellegrini il quale era dotato di autonomia: ciò dimostra che S. Nazario era posta lungo una strada di pellegrinaggio, probabilmente ad un punto importante di sosta.
Dobbiamo ricordare inoltre l'esistenza delle celle, ovvero strutture indipendenti e distaccate dal monastero maggiore atte all'amministrazione dei beni distanti dall'abbazia. Per la loro importante funzione erano amministrate da un funzionario agli ordini dell'abate, detto "prior", "rector" o "praepositus".
Tuttavia per ottenere tale titolo occorreva sicuramente un diploma imperiale; è veritiero pensare ad una intercessione operata dai conti di Biandrate.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di SAN NAZZARO SESIA (NO) - Sito Ufficiale
Piazza Vittorio Veneto, 1 - 28060 SAN NAZZARO SESIA (NO) - Italy
Tel. (+39)0321.834131 - Fax (+39)0321.834303
Codice Fiscale: 00364600031 - Partita IVA: 00364600031
EMail: san.nazzaro.sesia@ruparpiemonte.it
Posta Elettronica Certificata: san.nazzaro.sesia@cert.ruparpiemonte.it
Web: http://www.comune.sannazzarosesia.no.it


|